Motivi per non picchiare i bambini

I bambini sono gli essere più indifesi del mondo e proprio per questo vanno protetti.

È giusto educarli e farli crescere con sani principi ma per far questo non si deve assolutamente ferire il loro essere e nemmeno arrivare a punizioni in cui sia implicato l’ utilizzo delle mani.

Il classico sculaccione o il classico ceffone quindi non è per niente educativo.

Vediamo insieme tutti i motivi per cui alzare le mani verso i bambini non è affatto positivo.

  • Dolore. Il dolore fisico o morale non è educativo, anzi creano delle cicatrici che i bambini si porteranno per sempre.
  • Esempio. Non siamo il loro modello, siamo quello che vedono del mondo. Se noi alziamo le mani insegniamo loro che è giusto farlo.
  • Regole. Dare delle regole è importante e giusto. Non serve quindi arrivare a punizioni corporali. È giusto essere decisi e fermi sulle regole stabilite senza arrivare poi alle mani.
  • Debolezza. Picchiare un bambino è un segno di grande debolezza da parte dell’ adulto che siccome non riesce a far rispettare delle regole allora arriva alle mani. In più picchiando una bambino lo si rende insicuro e fragile.
  • Rapporto. Il rapporto genitore – figlio in questo caso diventa un rapporto falso in quanto il bimbo arriva a rispettare le regole del genitore solo per paura.
  • Quantità. Non è vero che un ceffone ogni tanto non fa male. Un ceffone ogni tanto fa male tanto quanto un ceffone tutti i giorni perchè a livello morale ed educativo è negativo nei confronti del bambino.

Detto questo quindi è importante capire che i bambini sono delle piccole perone in miniatura e ce imparano da quello che vedono e che anche se piccole hanno dei loro sentimenti e delle loro volontà che vanno ascoltate e capite. Il dialogo è la migliore soluzione.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*