I portafortuna per il Capodanno

Si afferma che l’ Italia sia uno dei paesi più scaramantici in tutto il mondo.

Ogni regione ha le sue leggende e le sue usanze per scacciare il malocchio.

Cipolla, aglio, cornetti, crocifissi, fiori, colori solo per citarne alcuni.

Ora che siamo arriva alla fine di questo 2017 quindi questa smania per i portafortuna ed i scaccia malanni si fa sentire davvero molto forte.

Ma quali sono le tradizioni italiani più diffuse per far si che il nuovo anno sia propizio, fortunato e sereno?

Vediamole insieme.

  • Calendario. Vi chiederete cosa centra il calendario. Ebbene molte persone hanno l’ usanze di bruciare il calendario dell’ anno vecchio. Questo in particolar modo se l’ anno appena vissuto è stato particolarmente negativo. Il fumo ha il potere di scacciare le cose negative.
  • Rosso. Questa è davvero la più conosciuta dal nord al sud. L’ usanza di portare dell’ intimo rosso è ormai nota a tutti. Il rosso infatti è il colore della buona sorte.
  • Mangiare. Beh il cenone è famoso per essere abbondante. Ma la caratteristica di questa usanza è che nell’ ultimo giorno dell’ anno si debba mangiare ben 7 volte perchè il nuovo anno sia fortunato.
  • Lenticchie. Il giorno di Capodanno le lenticchie non possono mancare.
  • Rumore. Altro metodo per scacciare il malanno? Fare tantissimo rumore cosi che gli spiriti malvagi se ne vadano.
  • Rompere. Rompere qualcosa di vecchio è di buon auspicio per l’ anno nuovo. Serve a fare spazio per le cose positive del nuovo anno.
  • Vischio. L’ usanza più romantica: baciarsi sotto il vischio. Il vischio infatti è simbolo di amore e fortuna.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*