Puntarelle: un boom di energia

La primavera è iniziata e le giornate cominciano a farsi sempre più lunghe e belle. La voglia di stare fuori all’ aria aperta aumenta e anche la voglia di mangiare sano.

Oggi vi vogliamo parlare di una verdura tipica di questa stagione che molto spesso viene messa da parte ma che in realtà merita più attenzione proprio grazie alle sue grandi proprietà nutritive e anche alla sua grande versatilità.

Stiamo parlando della puntarelle che ad esempio a Roma sono davvero famosissime. Diciamo subito che le puntarelle sono facilmente reperibili nella parte meridionale dell’ Italia, ovvero da Roma in giù ma co un po’ di fortuna le potete trovare anche al nord.

Il termine puntarella molto spesso lo potete trovare espresso anche con il termine catalogna spigata o catalogna asparago. Fanno parte della famiglia delle asteracee e sono una varietà della cicoria. La loro forma è a cespuglio molto voluminoso con lunghe foglie verdi con al centro un cuore di germogli molto molto tenero.

Solitamente il cuore di germogli viene mangiato crudo mentre le foglie vengono cotte. Ovviamente nessuno vi vieta di mangiare le foglie crude. Ad esempio potete fare una buonissima insalata di puntarelle facendo stare in ammollo per un’ ora le foglie e poi condendole con un po’ di aglio, alici sott’ olio, olio extra vergine e un po’ di aceto. Mangiare un’ insalata di puntarelle con un po’ di pane casereccio non ha eguali.

Poi invece potete anche cuocerle in padella, bastano pochi minuti e le potete mangiare semplici oppure anche fare una torta salata ad esempio.

Insomma sapore ed energia si uniscono per creare un boom di salute.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*