La dieta della tiroide

Una statistica ha rilevato che ben 6 milioni di italiani soffrono di problemi e disfunzioni alla tiroide.

La tiroide è estremamente importante per il corretto funzionamento degli organi e delle funzioni del corpo, ecco quindi che avere dei problemi di funzionamento proprio per questa ghiandola può portare non pochi problemi.

Vogliamo precisare innanzitutto per la prima cosa da fare in primis è quella di consultare un medico in modo che vi prescriva gli esami specifici da fare in modo da conoscere bene quale tipo di disfunzione presentate in quanto possono essere molte e diverse tra di loro.

Per spiegarvi a grandi linee vi possiamo dire che la tiroide può trovarsi in due diverse situazioni: o lavora troppo o lavora troppo poco. Si può parlare quindi di ipertiroidismo o di ipotiroidismo.

I sintomi possono essere molti come: freddo costante o caldo, alterazioni ciclo mestruale, fatica cronica, palpitazioni, perdita di capelli, difficoltà di concentrazione, capelli secchi, cambiamenti del peso corporeo e molto altro.

Potete ben capire quindi che tenerla sotto controllo diventa molto importante.

Una volta capito quale sia il problema si può affrontare il problema anche a livello nutrizionale con un piano alimentare chiamato Metodo Missori-Gelli che dura 4 settimane che prevede questi step.

  • piano nutrizionale.  Capire gli alimenti da evitare e quelli da prediligere. Una tabella in base al proprio tipo di problema tiroideo.
  • piano integrativo. Integratori e cura per regolarizzare il funzionamento della tiroide.
  • piano di eliminazione tossine.
  • piano anti stress. La tiroide peggiora notevolmente in caso di stress quindi bisogna lavorare molto su questo.

Generalmente la dieta della tiroide prescrive di eliminare alimenti come cereali e derivati con glutine, legumi, latte e derivati, carni lavorate e zuccheri e prescrive di prediligere cereali senza glutine, verdura e frutta bio, grassi sani come olio, frutta secca, uova e proteine di qualità come il pollo ed il tacchino.

La tiroide non va mai sottovalutata!!!

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*