Il peanut milk: il non latte

Il mondo dei vegetariani e dei vegani si sta ampliando sempre di più e quindi anche il mercato si deve adattare a questi cambiamenti dando quindi più offerte e possibilità anche a chi per vari motivi non vuole o non può mangiare determinati alimenti di origine animale.

Oggi vi vogliamo far conoscere un nuovo latte arrivato da poco sul mercato. A dire la verità chiamarlo latte è sbagliato ma è per farvi capire un po’ di che tipologia di bevanda stiamo parlando.

Si chiama peanut milk ed è praticamente un latte di arachidi. Chi lo ha assaggiato ha affermato che è un latte davvero molto buono e gustoso che soddisfa davvero molto il gusto del palato. Lo potete trovare in versione classica oppure in versione ancora più golosa con il cioccolato all’ interno. Creato dalla Elmhurst 1925 dopo il latte di avena, il latte di noccioline, il latte di noci e molto altro. E’ servito un grande impegno in quanto le arachidi sono un alimento che causa moltissime allergie e quindi per produrre questo latte si sono dovute porre molte misure di sicurezza affinché non venisse a contatto con altri alimenti prodotti nel posto.

Un bicchiere di latte di arachidi contiene ben 31 noccioline e ben 6 grammi di proteine. Pensate che un bicchiere di 240 ml ha ben 130 calorie, 11 g di grassi, 6 g di proteine e 6 g di carboidrati. Insomma non è indicato per chi segue una dieta ipocalorica. E’ però ricco di calcio, ferro, potassio e soprattutto privo di colesterolo.  E’ quindi una risorsa di grassi buoni.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*