Alimentazione e corsa: un connubio che deve essere perfetto

Correre è sicuramente una delle attività sportive che si sta diffondendo sempre di più.

Dopo anni in cui varie attività di fitness hanno invaso tutte le palestre del mondo ecco che si ha un ritorno per l’ attività aerobica più antica e ritenuta da tutti come la disciplina regina dello sport. Stiamo parlando ovviamente della corsa.

La corsa ha notevoli pregi e vantaggi. Prima di tutto è praticamente a costo zero, poi la si può gestire in piena autonomia scegliendo il dove ed il quando senza vincoli e poi fa davvero bene a tutto il corpo.

Bisogna però dire che la corsa necessita anche di una dieta più equilibrata e precisa. Infatti se si vogliono ottenere dei risultati e raggiungere degli obiettivi prefissati anche quello che mettiamo sulla nostra tavola andrà ad incidere notevolmente sulla nostra prestazione sportiva.

Vediamo un po’ qualche consiglio utile per chi corre.

  • Colazione. La colazione si sa che è il pasto più importante della giornata in quanto da le energie per iniziare la giornata dopo il digiuno notturno. Se si deve correre però è sconsigliato fare un’attività intensa subito dopo colazione, d’altro canto però non è nemmeno consigliato fare attività a stomaco vuoto di prima mattina. E’ quindi meglio optare per spostare la corsa a metà mattinata oppure anticipare la colazione molto presto.
  • Pranzo. Se l’ unico momento ideale per correre è la pausa pranzo ricordati di farlo allora prima di mangiare. Essenziale quindi che la colazione sia stata abbondante e nutriente.
  • Cena. Se invece ti alleni alla sera vale lo stesso ragionamento del pranzo con una grande attenzione al momento del pasto a mezzogiorno ed uno spuntino a metà pomeriggio.

I giusti abbinamenti.

Tieni presente che se fai running abitualmente le proteine devono essere sempre presenti nella tua dieta. Inoltre anche le fibre sono importantissime. Altra nota da fare è che è meglio optare sempre per un piatto unico che comprenda carboidrati, proteine, verdura e un frutto alla fine.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*